Virtual Private Server

Elenco dei migliori servizi di Virtual Server 2017

Il concetto di un server privato virtuale può essere meglio spiegato come una macchina virtuale in grado di rispondere alle esigenze di un utente, proprio come se fosse un computer fisico separato e dedicato a quell’utente. Il server dedicato virtuale, quindi, fornisce le stesse funzionalità di un server dedicato reale, ma ha un costo nettamente inferiore.

Un server virtuale (VPS) costa molto meno di un server dedicato. Il motivo è che la macchina che viene fornita al cliente non è fisica, ma virtualizzata attraverso dei meccanismi software.

Un certo numero di server privati ​​virtuali può essere installato su un unico server fisico, con ognuno con il proprio sistema operativo (Linux o Windows, indifferentemente). Un server virtuale privato può essere costituito, esattamente come un server dedicato, dal webserver, un programma di gestione del File Transfer Protocol (FTP), un server di posta ed eventualmente di diversi tipi di applicazioni software per il blogging e-commerce.

Un VPS permette di installare qualsiasi tipo di software che è in grado di funzionare con il proprio sistema operativo.

Virtual Server che cos’è?

Un server virtuale privato (VPS) è un server virtuale che l’utente percepisce come server privato dedicato, anche se in realtà di tratta di un server virtualizzato e installato su un computer fisico. Un server virtuale privato è noto anche come server dedicato virtuale (VDS). Una definizione più dettagliata è consigliabile leggerla sulla pagina di wikipedia.

La virtualizzazione è una tecnica che permette di installare più sistemi operativi su una sola macchina. Il risultato è che un server fisico può ospitare quanti VPS vuole, compatibilmente con le possibilità delle proprie caratteristiche hardware, in particolare in termini di memoria RAM e potenza del processore.

Con l’evoluzione del software di virtualizzazione e la tecnologia in generale, un gran numero di aziende stanno offrendo virtual private server di hosting ad un costo ragionevole. L’Hosting VPS può offrire utilizzo illimitato oppure limitato ad un certo traffico o spazio su disco, nel qual caso l’utente è responsabile della gestione e del monitoraggio del server. In alcuni casi chi offre il servizio VPS offre anche un servizio di server managed, una consulenza che con un costo aggiuntivo che svincola l’utente dal dover verificare il corretto funzionamento del server nel corso del tempo.

I migliori servizi di virtual server (VPS) 2017

  • Aruba – propone 4 differenti taglie di VPS in ambiente cloud, basate su tecnologia VMware.
  • Tophost – propone 4 diverse configurazioni per chi cerca una VPS Linux con costi contenuti e risorse garantite.
  • Seeweb – offre cloud server su macchine multiprocessore multicore ridondate N+1, con storage SAN ad alta disponibilità e banda garantita da 1 Gbps.
  • CoreTech – non offre semplici VPS, ma veri e propri cloud server che promettono sicurezza, affidabilità e prestazioni al top.
  • Pegaso Hosting – propone VPS completamente personalizzabili all’interno di un’infrastruttura cloud ad alta affidabilità.
  • HML – propone 4 taglie di VPS Linux con uptime garantito del 99,9% a costi molto contenuti.
  • Keliweb – propone VPS cloud con possibilità di upgrade e downgrade.
  • GoDaddy – propone VPS con sistema Linux o Windows, pannello cPanel o Odin Plesk e servizio managed.